È sempre più indispensabile definire il polo di centro, dove l’innesto cattolico popolare e sociale non potrà che essere visibile, percepito e protagonista. Come ha precisato l’ex ministra Elena Bonetti. 

Elena Bonetti, già ministro nel governo Draghi ed esponente di spicco del cosiddetto “terzo polo”, l’ha detto con rara chiarezza e con grande determinazione. E cioè, “è necessario che nel nuovo partito che nascerà ci sia un’anima costituente popolare, che prende le proprie origini dal cattolicesimo democratico e sociale”.

Ecco, in poche e semplici parole Elena Bonetti ha spiegato come deve decollare e come si deve organizzare lo spazio politico di un Centro riformista, dinamico, innovativo e moderno nel nostro Paese. Certo, sempre la Bonetti accompagna queste parole sostenendo, giustamente, che il futuro partito di centro deve essere “capace di essere un polo che ricompone e orienta posizioni differenti per giungere ad una sintesi in avanti”. E quindi, e di conseguenza, un incontro di “anime liberali, socialiste, popolari”. Per finire che “i cattolici sono chiamati ad essere protagonisti nel processo decisionale, per incidere e guidare la sintesi necessaria”.

Ora, di fonte al consolidamento della destra democratica di governo da un lato e al cambiamento radicale del profilo e dell’identità politico e culturale del Partito democratico dall’altro, è sempre più indispensabile definire e costruire il polo di centro. Uno spazio politico che, com’è evidente a tutti, non può che essere plurale e che, per fermarsi all’esperienza cattolico popolare e sociale, non può che vederla protagonista nella stessa costruzione del progetto politico complessivo del partito. Certo, su questo versante non possiamo dimenticare la concreta esperienza di ciò che capita nel Pd dopo la vittoria a valanga di Elly Schlein. E cioè, gli ex popolari sono destinati a ricoprire lo stesso ruolo che ebbero negli anni ‘70 i “cattolici indipendenti di sinistra” all’interno del glorioso Partito Comunista Italiano. Un ruolo del tutto marginale e periferico se non per confermare, appunto, una virtuale ed anacronistica natura “plurale” di quello storico partito.

 

Ma se il Pd, per il cambiamento della sua identità e del suo profilo – e cioè da partito plurale a movimento politico radicale, libertario, estremista e massimalista – non può che ridurre i cattolici popolari ad un ruolo del tutto ornamentale ed ininfluente, con buona pace dei vari Castagnetti e Del Rio, il futuro partito di centro può essere una grande opportunità per una tradizione culturale che storicamente ha svolto un ruolo decisivo e qualificante per costruire una “politica di centro” contro gli “opposti estremismi” e un sempre più insopportabile “bipolarismo selvaggio”. Ma tutto ciò è possibile solo se il partito di centro sarà autenticamente e visibilmente plurale.

Nella sua accezione più profonda, cioè nella costruzione del progetto politico complessivo con la partecipazione attiva alla fase costituente. E questo si rende necessario anche per un altro elemento. E cioè, non è lontanamente pensabile costruire un partito di centro che assomigli ad una sorta di “partito repubblicano o liberale” di massa. Di massa si fa per dire, come ovvio e scontato. Un partito di centro è credibile nella misura in cui la cultura politica del cattolicesimo popolare e sociale riesce a portare un contributo di qualità nel progetto del partito, ben sapendo che quella tradizione non solo è portatrice di valori e di principi che conservano una bruciante attualità ma anche, e soprattutto, perché rappresenta un pezzo di società che non si riconosce banalmente nella polarizzazione selvaggia e dogmatica della destra e della sinistra.

Infine, in una fase politica che contempla ancora una volta una marcata scomposizione e ricomposizione del quadro politico riconducibile a ciò che è capitato nel Pd, innanzitutto, ma anche sul futuro versante delle alleanze, è giocoforza che il cattolicesimo popolare ritorni a giocare un ruolo politico in prima linea. Del resto, la stagione della sola testimonianza o del solo pre politico sono giunti al capolinea. Adesso è indispensabile un rinnovato e qualificato impegno politico e, su questo fronte, innovare e irrobustire il campo di un centro dinamico, riformista e democratico diventa quasi un dovere morale. E questo anche perché, e finalmente, le tradizionali identità politiche possono tornare nuovamente protagoniste. La destra democratica e di governo con Giorgia Meloni; la sinistra radicale e libertaria con Elly Schlein e un centro riformista e di governo. Dove, però, l’innesto cattolico popolare e sociale non potrà che essere visibile, percepito e protagonista. Come, giustamente, ha scritto e detto Elena Bonetti.

L’ex renziana Bonetti: “Mai più Terzo Polo. Ripartiamo da Draghi”
2024-02-02 18:16:06
Intervista a Edoardo Sirignano a L'Identità, 29 gennaio 2024.

2024-02-02 18:08:30
Intervista di Marianna Rizzini a Il Foglio, 15 dicembre 2023.

Elena Bonetti:
2024-02-02 17:56:28
Intervista di Alessandro D'Amato sul Quotidiano Nazionale, 20 novembre 2023.

Premierato. Bonetti: «Si rischia un Paese più fragile anche di fronte alle crisi»
2024-02-02 17:48:38
Intervista di Matteo Marcelli su Avvenire, venerdì 10 novembre 2023.

Bonetti:
2023-10-19 07:42:13
Intervista di Emilia Patta per Il Sole 24 Ore, 18 ottobre 2023

Bonetti: “Pensiamo a un nuovo partito. Il Terzo polo non è morto”
2023-10-10 13:25:35
Intervista di Giovanna Vitale per Repubblica, 7 ottobre 2023

Bonetti: «Lascio Renzi e la sua idea di centro. Il futuro? Un ticket con Calenda»
2023-09-21 09:36:38
Intervista di Adriana Logroscino per Corriere della Sera, 10 settembre 2023

Renzi? Un errore non sedersi al tavolo
2023-09-21 08:28:03
Intervista di Emilia Patta per Il Sole 24 Ore, 13 agosto 2023

La commissione Covid è un errore da evitare
2023-08-01 08:51:05
Lettera al Direttore de La Stampa, 1 agosto 2023

La proposta di Bonetti per i Comuni: «Un fondo per finanziare le attività»
2023-07-26 14:38:10
Articolo di Lorena Loiacano per Il Messaggero, 26 luglio 2023

Inaccettabile l'attacco alla ragazza: ecco perché le donne non denunciano
2023-07-26 14:37:22
Intervista di Serena Riformato per La Stampa, 9 luglio 2023

Fondo per i Centri Estivi: è l’ora della stabilizzazione
2023-07-26 14:14:28
Intervista di Sara De Carli per Vita, 8 giugno 2023

Bonetti: La maggioranza è in ritardo e porta avanti misure fotocopia
2023-07-26 14:13:11
Intervista di Alessandro Di Matteo per La Stampa, 6 giugno 2023

Child Guarantee, sull’infanzia non si può temporeggiare
2023-07-26 14:12:46
Nota di Andrea Orlando e Elena Bonetti per Vita, 9 maggio 2023

Parità che genera. L’inclusione vantaggiosa raccontata alla Camera
2023-07-26 14:11:36
Articolo di Silvia Bosco per formiche.net, 22 marzo 2023

Bonetti: Il riconoscimento non si può relegare solo a una pratica amministrativa
2023-07-26 14:10:06
Intervista di Pasquale Napolitano per Il Giornale, 16 marzo 2023

2023-07-26 14:09:16
Articolo di Giorgio Merlo per formiche.net, 16 marzo 2023

2023-07-26 14:07:43
Intervista di Francesco Bechis per Il Messaggero, 4 marzo 2023

2023-02-15 16:03:17
Intervista di Felice Massimo De Falco per La Voce Impertinente, 15 febbraio 2023

2023-02-05 16:00:01
Intervista di Dario Dolci per La Provincia di Cremona,4 febbraio 2023

Elena Bonetti: “Eleggere Zan? Non prevalga l’ideologia. Pronti a votare le leggi utili al Paese”
2022-10-17 13:56:32
Intervista di Serena Riformato su "La Stampa", 16 ottobre 2022.

Il governo Draghi vara il piano nazionale contro le discriminazioni Lgbt+. Bonetti, spero Meloni lo attui
2022-10-07 10:02:50
Intervista Repubblica di Serenella Matterà, 06 ottobre 2022.

Oggi c'è una casa centrista
2022-09-27 13:02:04
Elena Bonetti, messaggio del 26 settembre 2022 sul suo profilo Facebook.

La lettera di Elena Bonetti e Carlo Calenda:
2022-09-22 11:28:36
La lettera pubblicata da "il Messaggero", 22 settembre 2022.

La Ministra Bonetti in Sardegna:
2022-09-20 08:25:46
Intervista di Roberto Petretto, "la Nuova Sardegna", 20 settembre 2022.

Italy’s Growth Seen at Risk If Meloni Lets Female Work Law Lapse
2022-09-18 20:01:47
Intervista di Alessandra Migliaccio e Chiara Albanese, Bloomberg, 15 settembre 2022.

Bonetti:
2022-09-18 19:51:42
Intervista di Matteo Marcelli, "Avvenire", 18 settembre 2022.

Troppa ideologia in questa campagna. Misure concrete per aiutare le donne
2022-09-13 13:07:12
Intervista di A. Bul., "il Messaggero", 13 settembre 2022.

Bonetti, la sfida del terzo Polo «Siamo l'unica novità della politica»
2022-08-27 14:04:40
L'intervista alla Ministra per le Pari opportunità e la Famiglia Roma su QN - Giorno / Carlino /...

Bonetti:
2022-08-22 00:00:00
L'intervento su "il Sole 24 Ore", 24 agosto 2022.

Arriva il bonus per i genitori separati. Bonetti:
2022-08-02 00:00:00
La notizia su "la Stampa", "il Messaggero" e altri quotidiani, 2 agosto 2022.

Dal Senato un no alla parità di genere. Bonetti:
2022-07-28 00:00:00
L'intervento su "la Stampa", 28 luglio 2022.

PRIVACY